by Marika

Una moda che non raggiunge le strade non è moda.
Coco Chanel

“by Marika” è una piccola rubrica di moda, particolare nello stile e negli argomenti, ma partiamo dall’inizio: chi è Marika?

Fin dai suoi 8 anni sognava di diventare stilista, dal vestire le bambole alle persone,
ma quando raggiungi una certa età bisogna scegliere il tuo percorso di vita.

Qual è la scelta migliore da fare?
Inizia la scuola superiore nel settore commerciale, dove al termine della maturità aveva due scelte, andare all’università nell’ambito marketing internazionale o seguire il vero sogno, quello tenuto chiuso nel cassetto fin dalla tenera età: FARE LA STILISTA.

Da qui nasce la sua conoscenza con Domenico, presso l’Istituto di Moda Burgo – Creative Lab, e in quel momento, si consolida una forte amicizia, al punto di scegliere di collaborare insieme.

Entrambi hanno dovuto affrontare vari ostacoli.
Le persone le sconsigliavano di intraprendere questa strada, ma la più grande delusione nella vita è rimpiangere di non aver fatto ciò che davvero hai più a cuore.
E così sono iniziate le difficoltà per poter seguire gli studi e dopo tanti sacrifici ha superato l’esame finale con il voto migliore che avrebbe potuto immaginare, si è classificata finalista al concorso RMI edizione 2016 nella sezione bambino e nel 2017 agli IFTA (Italian Fashion Talent Awards) a Salerno nella sezione uomo, dove scoprirà la sua nuova passione per l’abbigliamento maschile.
Arrivata ad un punto fermo, inizia a scrivere sul blog Dreaming of the Catwalks, sperando che arrivino grandi successi per lei e Domenico.

 

by Marika
Che cosa scriverà?
Parlerà di moda anzitutto, parlerà di moda come cultura e pensiero della gente, parlerà di musei e tante altre curiosità che circondano il mondo del fashion, di lifestyle e prodotti beauty.

Chi è?
Una stilista, una piccola imprenditrice, appassionata di pasticceria, lifestyle e wellness… e da oggi una blogger.
In due parole: Marika Santoro.

Vanità e orgoglio sono due concetti ben diversi. Si può essere orgogliosi senza essere vanitosi.
L’orgoglio si collega piuttosto all’opinione che abbiamo di noi stessi, la vanità è ciò che desidereremmo fosse l’altrui opinione.

 

Condividi su:
Close