About Domenico

Un blog è come una casa… e a casa tua sei te stesso: senza maschere e senza fronzoli.

Chi sono?

About Domenico
Sono Domenico, un giovane fashion designer, un ragazzo con la testa tra le nuvole, tanti sogni e un po’ di puzza sotto il naso.

La maggior parte dei bambini voleva fare il dottore, il calciatore… io no. Negli anni avrò cambiato idea migliaia di volte: fumettista, scrittore, giornalista, attore, stilista. Non avevo un’idea precisa, desideravo solo un lavoro creativo. Sono cresciuto ostinato e testardo, lo sono sempre stato, e questo mi ha portato a fare diversi errori, ma anche a maturare e responsabilizzarmi piuttosto in fretta. Dopo la maturità, mi sono iscritto alla facoltà di lettere. Ero appassionato, lo sono tuttora, di scrittura e letteratura, ma quella non era la mia strada. Così, ho abbandonato quel percorso. Da lì è cambiato tutto. Non avevo avuto il coraggio di scegliere i miei sogni, avevo paura di sbattere contro un muro.

 

Così per alcuni mesi ho ciondolato per casa, in attesa di capire se realmente volessi inseguire la mia passione: la moda.

Mi sono avvicinato a questo mondo guardando Ugly Betty e Il Diavolo veste Prada. Sono rimasto affascinato dal mondo patinato che raccontavano, dagli abiti costosi, dal lusso (ebbene sì, ho un lato materialistico molto evidenziato), ma soprattutto da ciò che questo mondo può raccontare.
Con il tempo, la moda è diventata il mio mezzo di espressione.

La moda è arte, è solamente un altro modo per prendere quello che abbiamo dentro
e portarlo fuori, perchè tutti lo vedano. Non è superficiale, è coraggiosa, è bellissima.
Ugly Betty

Così, grazie ad un’amica che mi ha aiutato, mi sono iscritto al corso di fashion design presso l’Istituto di Moda Burgo.
Ricordo ancora l’ansia del primo giorno. Un’ansia diversa dal solito, positiva in qualche modo, perché era una momento importante… finalmente avevo scelto la strada giusta per me. Da quel momento le cose sono migliorate. Sedermi tra quei banchi a disegnare e studiare moda mi faceva star bene. Mi sentivo a casa.

About DomenicoDopo due anni, il 29 giugno 2016, il percorso è terminato e io ho passato l’ultimo esame presentando la collezione primavera/estate 2017 “Riflesso”, ispirata al libro Orgoglio & Pregiudizio di Jane Austen, e ottenendo la massima valutazione. 
Per cinque minuti ho immaginato che la strada sarebbe stata tutta in discesa.
Ora sono qui, dopo quasi un anno, e anche se la vita non è tutta rosa e fiori, voglio ricordare l’euforia e la gioia di quello scorso ventinove giugno come se fosse oggi, la gioia di sentirsi al posto giusto, di essere riuscito al meglio in qualcosa e di non sentirmi l’ultima ruota del carro.
Sì, io non sono l’ultima ruota del carro.
La sicurezza che ho ostentato in tutti questi anni era perlopiù una corazza per difendermi. Adesso lo posso dire: non sono mai stato più sicuro e orgoglioso di me stesso come ora.

Cos’è Dreaming of the catwalks?

Nel 2014 creo Dreaming of the catwalks per parlare di moda a 360° (sfilate, icone di stile, fashion design…).
Scelgo questo nome perchè ho sempre sognato di veder sfilare in passerella modelle con indosso abiti da me creati. Ma non solo… questo nome racchiude tutta la passione e l’amore che ho per questo mondo, per le emozioni che si possono trasmettere attraverso di esso.
Sebbene inizialmente il blog sia stato, in un certo senso, un canale dove parlare di moda a 360°, di news, di fashion week e di tutto quello che riguarda tale mondo, perdendo in parte anche il valore che avrei voluto dare ai miei articoli, ho deciso di cambiare punto di vista.
Ebbene sì, perché ho capito quanto sia importante per me porre in risalto le qualità artistiche e creative della moda.

Si cade spesso nell’errore di considerare la Moda come qualcosa di troppo frivolo e superficiale piuttosto che una forma d’arte. Eppure non ha nulla a che invidiare alle altre discipline. In una collezione si miscelano colori, idee, sogni, proiezioni, emozioni, come un film, una musica o un quadro. Se vogliamo esagerare anche un abito da sera ha una sua architettura.
Gianni Versace

La moda non è solo riviste patinate e abiti di lusso. La moda è arte, arte che si indossa. Ciò che molti considerano frivolezza è il risultato di ore e ore di lavoro, di passione e creatività, di sacrifici e di sudore, di sogni e idee. Io voglio scrivere di tutto ciò. Voglio scrivere del mondo personale degli stilisti, delle emozioni che cercano di trasmettere attraverso le loro creazioni.
Se vuoi seguirmi in questo viaggio, lascia che ti mostri questo mondo così come lo vedo io.

Seguimi sui social!

Seguimi sui social per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti di Dreaming of the catwalks.
Facebook: Dreaming of the catwalks
Instagram: dreamingofthecatwalks

Condividi su:
Close